Elettrosmog: Le Apps Più Irradianti

elettrosmog-upxxv

In questo articolo parliamo

delle applicazioni che consumano più dati, la pericolosità e le radiazioni del nostro telefono cellulare o del nostro tablet cambiano a seconda dei programmi che utilizziamo più frequentemente, chi è un appassionato di social sarà sicuramente più esposto di chi non lo è, chi  lavora con  sistemi di messaggistica e chat in tempo reale molto frequentemente sarà più irradiato di chi utilizza il telefono esclusivamente per necessità sporadiche.

È facile immaginare che vi siano programmi e applicazioni che se installate producono una notevole emissione. elettrosmog tips

Infatti queste apps

hanno necessità di  aggiornare continuamente ed inviare notifiche riguardanti i messaggi e gli aggiornamenti.
In questo articolo faccio una disamina rapida delle applicazioni che avendo questa voracità di notifiche sono più a rischio elettrosmog.

Il tutto testato da me in prima persona è confermato dalle misurazioni dei miei strumenti.

Al primo posto tra le applicazioni che utilizzano quasi continuamente i dati Abbiamo sicuramente le famigerate Facebook Messenger, Yahoo Messenger, Skype e WhatsApp, queste applicazioni garantiscono una quasi continua irradiazione di intensità sostenuta,  più di 2 volt/metro AVG se abbiamo il telefono in tasca o addosso.

elettrosmog-0000grò

Subito dopo troviamo i

classici social come Facebook, Twitter, Instagram, che seppur in quantità minore anche queste hanno la necessità di aggiornare e notificare nuovi contenuti. Infine troviamo le applicazioni di utilizzo in prima persona che non girano solamente in background come per le notifiche della messaggistica, ma riproducono su monitor quello che è il loro traffico dati come YouTube, Spotify, Netflix, Daily Motion ecc.. Più in generale tutte le applicazioni che riproducono video o audio in live streaming. elettrosmog tips

Infine voglio fare un’ appunto particolare riguardo l’applicazione Tik Tok, si tratta di un’applicazione molto di moda oggi tra i giovanissimi che costringe i ragazzi a rimanere ore ed ore allo schermo guardando video di pochi secondi con un’altissima qualità d’immagine che a differenza di YouTube non è settabile, o meglio, è settabile solo in minima parte, vi è la possibilità di impostare un risparmio di dati ma che in realtà va a risparmiare ben poco e genera comunque un’ altissima frequenza di trasmissione.

elettrosmog-up111
Il modo migliore per

allontanare i pericoli di queste applicazioni è ovviamente disattivare la rete dati quando non la utilizziamo e mantenere attiva solamente la rete telefonica, si potrebbe da esperti, riuscire a gestire anche le singole notifiche delle singole applicazioni ma non è cosa semplice se non si conoscono in profondità i sistemi Android o iOS,  la mia raccomandazione è quindi quella di disattivare la rete dati per la gran parte tempo che abbiamo il telefono addosso, ed attivarla esclusivamente per la ricezione delle ultime notifiche per poi ri-disattivarla. Spero che questo articolo possa essere utile a capire che le applicazioni che utilizziamo modificano sostanzialmente le radiazioni dei nostri telefoni. Alla prossima. elettrosmog tips

apps pericolose apps pericolose apps pericolose