gabbia faraday schermare macchina elettrosmog gabbia faraday schermare macchina elettrosmog gabbia faraday schermare macchina elettrosmog

Quanto Elettrosmog In Auto?

Un giretto

in auto per valutare l’irradiazione assorbita quando viaggiamo con il nostro amato telefono accanto o addosso.

In auto è più complicato potersi difendere con efficacia dai campi elettrici delle onde radio, questo perchè ovviamente siamo costretti a rimanere vicino al telefono, ed anche per molte ore consecutive se stiamo viaggiando.

Come si vede

nel video, abbiamo una discreta dose di radiazioni presenti durante i nostri movimenti quotidiani in auto, quindi è importante valutare il tempo che mediamente durante il giorno impieghiamo alla guida, questo determinerà il nostro grado di esposizione e quindi di rischio.

Se, per esempio, passiamo 2 ore al giorno in auto, non abbiamo molto di cui preoccuparci, ma se diventano 4 dovremmo, a mio parere, iniziare a pensarci.

newpipe

E’ poi quasi

impossibile muoversi in auto senza attivare i dati della rete internet, questo perchè se stiamo lavorando abbiamo la necessità di ricevere i messaggi in tempo reale, e non possiamo certo limitarci ad accendere ogni tanto per vedere se siamo stati cercati o se quella email è arrivata.

Sopratutto per chi lavora in auto è quindi importante (o spero che lo sia) sapere quale sia la situazione e sopratutto cosa si può fare!

Se poi in auto

siete in più di uno dovrete fare i conti anche con gli apparati degli altri.

Quello che possiamo fare è chiaramente mostrato nel video, con un involucro come quello mostratovi, se ben dimensionato, cioè costruito in modo che il telefono venga racchiuso con un certo margine, avremo una reale riduzione dell’esposizione, potremo tenere attivate tutte le reti a patto di riporlo nell’involucro durante il tragitto.

Si dovrà inoltre

avere l’accortezza di posizionarlo in un punto comodo da utilizzare e che non vi crei distrazioni alla guida, il gesto di estrarre il cell dovrà essere rapido preciso e non dovrà distogliervi dalla guida!! Non vorremmo certo risolvere un problema e causarne uno più grosso di sicurezza stradale giusto!? 

Ok, spero che i miei consigli pratici (e provati!) vi siano di aiuto, alla prossima.

Note costruttive

L’involucro è costruito in modo molto semplice, si tratta di un normale astuccio, che può essere per uso scolastico, un borsellino, un marsupio, o qualsiasi altro tipo di box in tessuto o simil-pelle che possa contenere comodamente

il vostro telefono, dove all’interno andrete a posizionare un foglio di alluminio (tipo quello delle pirofile da pizza) che avrete preventivamente sagomato con la forma dell’interno dell’nvolucro. Basta, non serve altro ed è talmente semplice che mi fermo quì.

Sul telefono girava in background un video di youtube, quindi i dati utilizzati erano quelli di youtube che circa ogni 15 secondi ricarica il buffer se utilizziamo una risoluzione  480p.