Elettrosmog: EMF Apps Per Smartphone

Cercando online si possono trovare una miriade di applicazioni che promettono di misurare l’elettrosmog, alla voce rilevatore EMF ci si imbatte in decine di applicazioni catalogate come rilevatori di campi elettromagnetici.

Lo Smartphone

non è munito di sensori per il rilevamento dei campi elettrici ma può invece rilevare quelli magnetici. Quello che le applicazioni possono fare è il rilevamento dei campi magnetici generati dalla rete elettrica come ti mostro in questi video, sono valide esclusivamente per la misurazione delle emissioni prodotte dagli elettrodomestici, dalle reti elettriche presenti nei nostri muri, e dagli elettrodotti ad Alta tensione.

Occorre però precisare che la precisione di queste misurazioni non è assoluta, ovvero come ho già detto anche in altri miei video dove ho parlato di queste applicazioni, possono verificare solo la variazione del campo ed  i numeri che ci vengono forniti sono abbastanza indicativi.  Non essendo strumento di precisione il nostro smartphone,  i sensori al suo interno non riescono a valutare in maniera assoluta le emissioni che rilevano ma riescono invece a valutare abbastanza bene delle differenze.

Quando vicino

ad una presa elettrica con il nostro smartphone e una di queste applicazioni, Notiamo a che 5 cm dalla presa ci segnala una certa misura Mentre se ci allontaniamo di 20 cm cambia sostanzialmente,  possiamo essere abbastanza sicuri che la distanza ha fatto il suo lavoro ed ha effettivamente ridotto le emissioni, questo ci può dare un indicazione Su quale sia il punto più sicuro dove stanziare rispetto a quella presa.

Quello che queste applicazioni

non possono assolutamente misurare e invece il campo elettrico, il nostro smartphone non ha sensori adeguati, inoltre quando noi misuriamo il campo elettrico Ci serve una misurazione che sia assoluta, ovvero dovremmo poter riuscire a misurare le missioni 4G non solamente della nostra rete Vodafone, Tim, ecc..  ma di tutte le reti presenti in quel momento in  quell’ambiente contemporaneamente.

Il valore che lo smartphone dovrebbe riuscire a misurare è quello generato da tutte le reti presenti. Se trovate applicazioni che vi promettono di misurare campi elettrici quindi, promettono di aiutarvi a misurare le emissioni dei vostri WiFi o telefoni cellulari, sappiate che si tratta di specchietti per farvi scaricare l’applicazione, ma sono assolutamente fake.

Tramite questo blog vi terrò informati in caso di nuove app interessanti, stay-tuned..  Sperando di aver fatto cosa gradita a chi non avesse avuto fino ad ora ben chiaro cosa sia possibile fare,  o meno,  con le applicazioni EMF per smartphone.

Valerio P.

emf app emf app elettrosmog